Casa dolce casa

La scorsa settimana ho firmato il contratto per la mia nuova casa, ovviamente in affitto visto che considerati i tempi e la mia condizione lavorativa, non posso permettermi di acquistarne una tutta mia. È in progetto per il futuro, non appena avrò un lavoro stabile in una sede stabile, per il momento “mi accontento” di appartamenti in centro città in affitto.

L’appartamentino dove andrò a stare è molto carino, è tutto arredato sul bianco con delle ampie porte-finestra che danno luminosità. C’è anche un balconcino con tanto di barbeque, sul quale batte il sole quando è bel tempo. E’ stata la luminosità che mi ha fatto innamorare di questa opzione in particolare.

Ci sono due camere da letto, un bagno, una cucina e un salotto. È semplicissimo dal punto di vista strutturale, ma è più che sufficiente per me e per il mio gatto. Poverino, da quando è con me ha già dovuto cambiare casa due volte, contando quanto sono abitudinari i gatti, immagino non sia troppo felice dei miei continui traslochi!

L’appartamento ha un impianto di riscaldamento con stufa a pellet, cosa che personalmente adoro. Sto in casa solo la sera, con il pellet è più facile avere subito il calore necessario senza dover accendere tutto al mattino vendendo, così, la bolletta del gas diventare stratosferica. Mi ha convinto subito anche per questo motivo, ho avuto questo tipo di impianto anche nella vecchia casa e mi ci sono trovato benissimo, ho risparmiato un sacco di soldi e ho sempre avuto la temperatura giusta anche nei giorni più freddi dell’anno.

Da domani si inizia col trasloco, mi viene da piangere a guardare la quantità immensa di roba che dovrò spostare da una casa all’altra. Soprattutto ho visto i turni che mi hanno assegnato per il mese, non so proprio come poterci riuscire, sembra un trasloco impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *